La scuola deve cambiare ma non senso indicato da Renzie e Giannini

luglio 10, 2015 § Lascia un commento

éLa Biblioteca delle donne Udipalermo interviene sulla buona scuola con un documento  che sintetizza le ragioni dell’opposizione al disegno di legge di Renzi e Giannini che trasforma la scuola pubblica, laica, fonte di libero pensiero ed educazione alla pluralità democratica in un luogo di miseria simbolica e materiale. Le donne sono colpite in maniera particolare: non è mai nominato nel disegno il contributo teorico femminista, degli studi di genere; le lavoratrici della scuola saranno assunte con contratti che hanno le caratteristiche del settore privato. Le scelte di assunzione che verranno operata dal dirigente scolastico, in modo  privatistico, aperto al familismo e al clientelismo, danneggiano tutti e tutte, ma penalizzano soprattutto le lavoratrici perché il sistema di reclutamento in uso finora, pur criticabile, ha consentito che le donne potessero guadagnare il proprio spazio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo La scuola deve cambiare ma non senso indicato da Renzie e Giannini su Differenze.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: